MY FAVORITE BLUES

Tutti hanno a volte il blues. Solo non si sa che cosa sia. Ma quando sei a letto e continui a rigirarti senza riuscire ad addormentarti, che cosa ti succede? Sei stato preso dal blues. Oppure quando ti alzi al mattino e rimani seduto sulla sponda del letto e ci sono la madre e il padre, la sorella e il fratello, l’amico o l’amica, tuo marito o tua moglie e non hai voglia di parlare con nessuno di loro, sebbene nessuno ti abbia fatto qualche cosa. Che cosa ti sta succedendo? Sei stato preso dal blues. Oppure quando sei seduto davanti a una tavola imbandita e guardi il tuo piatto e vedi pollo arrosto, riso e te ne vai e tremi e dici: “Dio abbia pietà di me, non riesco a mangiare e dormire, che cosa mi succede?”. Vuol dire che sei stato preso dal blues.                                                                   

Da Good Morning Blues di Leadbelly

 

 

T-Bone Walker, riferendosi alla forma e all’armonia del blues, dice: «In fondo esiste un solo unico blues. È costituito dallo schema armonico di dodici battute. Devi interpretarlo. Basta scrivere nuove parole e improvvisare qualche cosa e hai un nuovo blues.». Ecco un esempio armonico di blues, basta imparare a suonare tre accordi ˗ do, fa e sol ˗ per sentire l’armonia del blues.